• Rossella Della Valle

la Lanterna, guardiano del mare

Il contesto urbanizzato influenza le nostre vite e il patrimonio artistico/architettonico delle città è fondamentale e bisogna prendercene cura perché ci appartiene.


" ... sei luce in me ... sul mare da 889 anni, tutte le sere"


LANTERNA, faro torre di Genova dal 1128

  • Un po' di storia : Simbolo della città di Genova, sita sul promontorio di Capo di Faro, la Lanterna, con i suoi 77 metri di altezza, è il faro più alto del Mediterraneo, secondo in Europa. L’attuale costruzione risale al 1543, ma fin dal XII secolo esisteva una torre di struttura simile, nata come torre di guardia per annunciare l’arrivo di imbarcazioni sospette e divenuta nel tempo anche faro, sulla cui sommità si bruciavano fascine per segnalare ai naviganti l’accesso al porto.

Perché un articolo? ... il magnifico monumento sta vivendo una situazione precaria

E' sopravvissuto a tempeste impetuose del mare e a barbare guerre umane, ma oggi ... un male peggiore lo attanaglia.


Come sapete, " la mia Architettura Sensuale" cerca di creare delle visioni urbane, soffermandosi su aspetti che coinvolgono di più la nostra parte percettiva sensoriale

  • dando valore a qualcosa che non sempre si ri-conosce come tale

  • provando a cambiare il punto di vista ... affinché ci sia maggiore consapevolezza e si possa vigilare meglio il preservare il territorio, da interessi economici e politici, che molte volte pensando di fare bene, non sono invece d'aiuto a situazioni di "energia" delle città che si sono consolidate in secoli di storia.

Una premessa:

il 20 Aprile 2018, con INBAR Istituto Nazionale di Bio Architettura, si è svolto un convegno ad Aosta, dove uno degli interventi è stato capire lo sviluppo delle città conferendone un'identità sessuale.

Il discorso parrebbe complesso, ma non lo è.

In natura tutto viene identificato con un maschile ed un femminile, e il paesaggio naturale aiuta a rigenerarci. Comunica con noi anche attraverso le forme: un linguaggio potente, comprensibile da ogni cultura e che ci appartiene da sempre ... gli Archetipi


Da queste considerazioni:

la città di Genova è femminile, con il suo tessuto urbano collinare ondeggiante, in continuo movimento come il suo mare ... e come la donna ... matrice del cambiamento

Oserei ... sensuale

come quelle di Botero  dalle forme abbondanti, accoglienti, morbide.


Molto corteggiata da una parte maschile: la zona dei due porti.








Genova ha perciò in sé le due energie: maschile e femminile, che la rendono "terreno" creativo e produttivo tra i più fiorenti



la Lanterna, con tutto questo, come si relaziona? E' un catalizzatore energetico fondamentale per tutta la città ...
  • si collega alla terra attraverso un basamento armonioso diventandone parte come in una fusione

  • ha la forma archetipica del rettangolo, decisamente maschile, con energia Yang molto forte, proprio perché anche alimentata dalla luce, oltre che dall'altezza


un faro, di questo tipo, collocato nella zona maschile della città, domina il mare e ... non intendo supremazia dominante, ma controllo e bilanciamento di energie in un'unione perfetta

Ci sarebbe tanto da dire, per conoscere aspetti dell'architettura che si sono persi nella storia dei tempi e che forse la troppa razionalità non è più preparata a recepire.

Vorrei nuove chiavi di lettura per le città, perchè ci accompagnano influenzando nel bene e nel male, le nostre vite.


Vita lunga alla Lanterna!

Da cuore umano a cuore urbano

architetto Rossella Dellavalle

Angie En   info.angieen@gmail.com  ©2016 Tutti i diritti riservati

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now