• Rossella Della Valle

Identità sessuale delle città: Noli - 1 parte

Architettura Sensuale per Benessere anche Patrimoniale.

Eccoci di ritorno dalle vacanze. Un po' più stanchi forse, ma di movimento e vita all'aria aperta e soleggiata, almeno per me è stato così e ho approfondito i miei studi delle città.



Come accennavo l'altra volta, l'aspetto che mi interessa è ridefinire lo sviluppo e la crescita "attrattiva", di contesti antropomorfi, attraverso una loro possibile identità sessuale.

Generata in primis dalla geografia naturale che li contraddistingue e in seguito, alimentata e/o modificata dalla mano dell'uomo, attraverso secoli di storia dell'urbanizzazione.


La cittadina di Noli in Liguria, per me ne è un esempio


Noli, piccolo borgo del savonese, tra Spotorno e Varigotti ha un'energia vitale e attrattiva che non può passare inosservata.

E la sua storia è grandiosa!

  1. Divenne, nel  7 agosto 1192 , una delle sette repubbliche marinare insieme con Amalfi, Ancona, Gaeta, Genova, Pisa, Ragusa di Dalmazia e Venezia.

  2. Si alleò nel 1202 con Genova "la superba" in una sorta di protettorato, ma dai documenti si evince che il rapporto era paritario e non di sottomissione. Combatterono alleate contro Pisa per imporsi sul mar Tirreno e contro Venezia nelle guerre per l'oriente (1209).

  3. La sua importanza crebbe a tal punto che nel 1239 divenne sede vescovile dal papa Gregorio IX; con cattedrale in San Paragorio.

  4. Al sopraggiungere della decadenza, nel XIV sec. delle repubbliche marinare, Noli ebbe ancora un ruolo strategico come porto naturale e partecipò all'ottava crociata col proprio vessillo e sua era la nave che portò il re Luigi IX di Francia a Tunisi.

Se ci pensate, per un territorio così "mingherlino" (come lo aveva definito affettuosamente lo scrittore e critico letterario Giuseppe Baretti), la sua storia è stata davvero trionfale! 

Ed ecco quello che mi preme raccontarvi:

IL BORGO TURRITO ... perchè aveva ben 72 torri che si stagliavano verso il cielo! 

Difesa e residenza, l'obiettivo per il quale furono costruite.



72 rappresentazioni dell'archetipo maschile per eccellenza!

Capite bene che tutti gli avvicendamenti storici di questo borgo, non potevano che essere propizi, supportati da un'architettura così dedita alla crescita esponenziale del potere maschile (pure sede vescovile) e della ricchezza (intesa come onorificenza).


Ma non solo, perché come sapete, i territori più fertili alla prosperità sono quelli che hanno un connubio armonico delle due energie: maschile e femminile.



Infatti la geografia naturale di Noli aveva già in sé anche la parte femminile rappresentata dalla linea racchiusa in sé della costa, che accoglie e protegge (al tempo delle crociate era stata vista come ottimo porto naturale).


Ma oggi come si presenta questo borgo ... è' ancora all'altezza della sua prodigiosa storia?

Rimanete con me e lo scopriremo insieme!


arch. Rossella Dellavalle

Angie En   info.angieen@gmail.com  ©2016 Tutti i diritti riservati

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now